CONVI 2018

Ambiente, motore di cooperazione tra gli stati

“4° Convegno degli Studenti di Scienze Politiche d’Italia”

Il cambiamento climatico e le tematiche ambientali assumono al giorno d’oggi una sempre maggiore rilevanza nelle relazioni internazionali e nella programmazione delle politiche pubbliche e industriali.

Se le prime conferenze sul clima ponevano l’accento sui rischi del cambiamento climatico e sulla necessità di una politica nazionale e internazionale coordinata a limitarne gli effetti, oggigiorno, le tematiche legate all’ambiente sono diventate parte integrante delle politiche sociali, economiche ed energetiche.

La cosiddetta “climate diplomacy” a seguito della COOP 21 di Parigi che ha visto colossi economici quali la Cina a sottoscrivere l’impegno relativo alla diminuzione delle emissioni di Co2, vede sempre una maggiore importanza nelle relazioni multilaterali e bilaterali tra Stati e organizzazioni internazionali.

Inoltre, la “dimensione ambientale” è divenuta un driver utile a comprendere fenomeni complessi che impattano trasversalmente sullo sviluppo economico e sociale di interi continenti; fornendo nuove chiavi di lettura di crisi internazionali passate, presenti e future.

Lo scopo del 4° Convi è quello di declinare le tematiche ambientali nei vari campi delle scienze politiche attraverso un approccio multidisciplinare e partecipativo.

Programma:

Mercoledì 23 maggio

Giovedì 24 maggio

10:00 – 12:00

1° Sessione: Relazioni internazionali e ambiente

-Geopolitica dell’ambiente

-Cambiamento Climatico e Crisi internazionali

-Diplomazia ambientale: da Kyoto a Parigi

Pausa pranzo

15:00 – 16:30

2° Sessione: Stato e ambiente

– Economia Ambientale

– Energie rinnovabili e Sicurezza energetica

– Unione Europea e Ambiente

Coffe break

17:00 – 18:00

Debate/ Panel studentesco

10:30 – 11:30

Workshop: Diplomazia ambientale e COOP

 

11:30 – 13:00

1° Sessione: Simulazione COOP

 

Pausa pranzo

 

14:30 – 16:00

2° Sessione: Simulazione COOP